FOTOGRAFI

Barbara Gianlorenzi

Partecipa al suo primo concorso fotografico alla tenera età di 5 anni, classificandosi terza con una foto scattata dall’amico di famiglia, Angelo Partenza. La foto viene scelta per la sua ambiguità, poiché nell’osservarla non si capisce se Barbara stia cantando o sbadigliando; la verità a riguardo non è mai stata svelata…

Sempre volentieri davanti all’obiettivo, presta i suoi “occhi di ghiaccio” all’amico e fotografo Paolo Viglione che, con lo scatto che vedete nel profilo, realizza i suoi biglietti da visita.

Decide ad un certo punto di passare dall’altra parte dell’obiettivo. Quello che inizialmente sembrava un passatempo si è rivelato una passione impegnativa che sta scoprendo con curiosità e umiltà.

Rivede nelle parole del film Jules et Jim di Truffaut un invito a continuare su questa strada:


"Ma allora cosa posso fare?"


"Il curioso. […] Viaggi, scriva, traduca, impari a vivere dovunque, e cominci subito. L'avvenire è dei curiosi di professione.”

In Evidenza